ProgrammazioneLearning

Perché Linux è il sistema operativo preferito dagli sviluppatori?

Così come Windows, iOS e Mac OS, anche Linux un sistema operativo di rilievo. È importante notare che, anche se è meno noto tra gli utenti comuni rispetto ai sistemi operativi sopracitati, Linux svolge un ruolo cruciale nell’ecosistema informatico globale. Una delle sue incarnazioni più diffuse è Android, una delle piattaforme mobili più utilizzate al mondo, che funziona proprio su base Linux.

Cos’è un sistema operativo?

Un sistema operativo è un software di fondamentale importanza poiché si occupa della gestione delle risorse hardware di un computer o di un dispositivo. Questo significa che coordina e controlla l’accesso e l’utilizzo della CPU, della memoria, dei dispositivi di archiviazione e di altri componenti hardware. Inoltre, fornisce un’interfaccia tra l’utente e il hardware, consentendo agli utenti di eseguire applicazioni, gestire file e svolgere una vasta gamma di attività.

Linux si distingue per la sua natura open source, il che significa che il suo codice sorgente è disponibile pubblicamente e può essere modificato e distribuito da chiunque. Questa caratteristica ha contribuito a creare una comunità di sviluppatori attiva che ha contribuito a migliorare costantemente il sistema operativo. Linux è noto per la sua stabilità, sicurezza e flessibilità, ed è ampiamente utilizzato in una varietà di contesti, dalla gestione di server web all’esecuzione di dispositivi mobili.

I vantaggi di linux: sicurezza, personalizzazione e supporto

Questo sistema operativo è noto per la sua sicurezza elevata. È progettato con misure di sicurezza avanzate che rendono difficile l’accesso da parte di virus e malware dannosi. Per apportare modifiche al sistema o alla configurazione, sono richieste autorizzazioni speciali dall’utente con privilegi di amministratore (noto come “root”). Questo design sicuro protegge il sistema da danni causati da attacchi informatici, garantendo che gli utenti possano navigare su Internet e eseguire programmi senza preoccuparsi e preservando la loro privacy.

Sistema operativo Linux
Sistema operativo Linux – lavoraredacasa.org

Gli utenti possono scegliere tra diverse varianti dell’ambiente desktop, come Cinnamon, Unity, GNOME e KDE, per adattare l’aspetto e le funzionalità del sistema alle proprie preferenze. La personalizzazione si estende anche alle utilità desktop e ai temi del desktop, consentendo agli utenti di creare un’esperienza unica. Inoltre, lo scripting della shell in Linux offre la possibilità di automatizzare operazioni speciali in modo intuitivo.

Questo sistema operativo è noto per la sua efficienza nell’utilizzo delle risorse hardware. È in grado di eseguire su hardware obsoleto grazie a una vasta gamma di moduli di supporto disponibili durante l’installazione. Questo permette agli utenti di selezionare requisiti hardware specifici, adattando Linux alle capacità del loro sistema. Inoltre, Linux può essere utilizzato su architetture non Intel, come MIPS, Alpha AXP, SPARC, PowerPC e Motorola 68K, offrendo flessibilità senza precedenti.

In breve, offre numerosi vantaggi, dalla sicurezza alla personalizzazione, all’ottimizzazione delle risorse hardware e al supporto della comunità. Questi aspetti contribuiscono a rendere Linux una scelta attraente per una vasta gamma di utenti e applicazioni.

Come istallare Linux sul tuo computer: la partizione del disco rigido

Se desideri installare Linux su un computer che già ha Windows installato, sarà necessario creare una nuova partizione per Linux sul disco rigido. La partizione consentirà ai due sistemi operativi di coesistere sullo stesso dispositivo. Ecco una guida generale su come effettuare la partizione del disco:

Guida per la Creazione di una Partizione per Linux:

L’operazione di partizionamento comporta sempre il rischio di perdita di dati. Assicurati di eseguire un backup completo dei tuoi dati importanti prima di procedere.

1. Preparazione:

  • Prima di iniziare, assicurati di disporre di un backup completo dei tuoi dati.
  • Scarica l’immagine ISO della distribuzione Linux che desideri installare.

2. Deframmenta il Disco su Windows:

  • Utilizza lo strumento “Deframmentazione disco” di Windows per ridurre il rischio di perdita di dati durante il partizionamento.

3. Riduci la Partizione di Windows:

  • Accedi al “Gestione disco” di Windows (puoi cercare “Gestione disco” nel menu Start).
  • Trova la partizione di Windows, clicca con il tasto destro e seleziona “Riduci volume”.
  • Specifica la quantità di spazio che vuoi liberare per Linux. Questo creerà uno spazio non allocato.

4. Crea la Partizione per Linux:

  • Durante l’installazione di Linux, quando raggiungi la schermata di partizionamento, scegli l’opzione che ti consente di personalizzare le partizioni manualmente.
  • Seleziona lo spazio non allocato e crea una nuova partizione. Questa sarà la partizione su cui installerai Linux.
  • Assegna il formato desiderato (ad esempio, ext4) e assicurati che il punto di mount sia impostato su “/” (root).

5. Completa l’Installazione:

  • Continua con l’installazione di Linux seguendo gli altri passaggi della guida di installazione.

6. Installazione del Boot Loader:

  • Durante l’installazione, ti verrà chiesto di installare il bootloader. Solitamente, è consigliato installarlo sulla partizione di avvio di Linux.

7. Riavvia il Computer:

  • Dopo aver completato l’installazione, riavvia il computer.
  • Ora dovresti vedere un menu di avvio che ti consente di selezionare tra Windows e Linux.

Questi sono passaggi generali e potrebbero variare a seconda della distribuzione Linux che scegli. Leggi attentamente la documentazione fornita con la tua distribuzione specifica per ottenere istruzioni dettagliate.

Installare Linux sul pc

L’installazione di Linux sul tuo computer può variare leggermente a seconda della distribuzione che scegli e delle specifiche del tuo hardware. Tuttavia, fornirò una guida generale che copre il processo di installazione di Linux su un computer. Assicurati di eseguire il backup dei dati importanti prima di iniziare, poiché l’installazione potrebbe richiedere la formattazione del disco.

  • Scegli la Distribuzione Linux:
  • Esistono molte distribuzioni Linux tra cui scegliere. Alcune popolari sono Ubuntu, Fedora, Debian e Linux Mint. Scegli quella che meglio si adatta alle tue esigenze e competenze.
  • Prepara il supporto di installazione:
  • Scarica l’immagine ISO della distribuzione Linux scelta dal sito ufficiale.
  • Crea un supporto di installazione avviabile, come una chiavetta USB, utilizzando strumenti come Rufus (per Windows) o dd (per Linux e macOS).
Android
Android – lavoraredacasa.org
  • Avvia il Computer dal Supporto:
  • Inserisci la chiavetta USB o il DVD nel computer.
  • Riavvia il computer e entra nel menu di avvio del BIOS/UEFI (generalmente premendo F2, F10, F12 o Esc durante l’avvio).
  • Seleziona il dispositivo di avvio appropriato.
  • Inizia l’Installazione:
  • Una volta avviato da USB o DVD, seleziona l’opzione “Install” o “Install Ubuntu” (o simile) dal menu di avvio.
  • Configura la Lingua e la Zona Oraria:
  • Segui le istruzioni per selezionare la tua lingua e la zona oraria.
  • Crea l’Account Utente:
  • Inserisci il tuo nome utente, la password e altre informazioni richieste.
  • Completa l’Installazione:
  • L’installazione proseguirà automaticamente. Attendine il completamento.
  • Al termine, riavvia il computer e rimuovi il supporto di installazione.
  • Configurazioni Post-Installazione:
  • Dopo il riavvio, potrebbe essere necessario installare i driver aggiuntivi o eseguire ulteriori configurazioni, a seconda delle specifiche del tuo hardware.
  • Aggiorna il Sistema:
  • Dopo l’installazione, esegui gli aggiornamenti del sistema per garantire che il sistema operativo sia aggiornato.

Ricorda che queste sono istruzioni generali, e il processo potrebbe variare in base alla distribuzione specifica. Consulta la documentazione ufficiale della distribuzione Linux scelta per informazioni più dettagliate.

Principali comendi di Linux

Prima di esplorare i comandi Linux più comuni, avviate una nuova finestra del terminale. Nella maggior parte delle distribuzioni Linux, potete farlo premendo Ctrl + Alt + T. Se questa combinazione non funziona, cercate “terminale” nel pannello delle applicazioni.

lsMostra i file e le directory nella directory corrente.
cd directoryCambia la directory corrente.
pwdMostra il percorso completo della directory corrente.
cp source destinationCopia i file o le directory da una posizione a un’altra.
mv source destinationSposta o rinomina i file o le directory.
rm fileRimuove (elimina) un file.
rmdir directoryRimuove una directory vuota.
mkdir directoryCrea una nuova directory.
cat fileVisualizza il contenuto di un file.
grep pattern fileCerca un pattern in un file.
man commandVisualizza il manuale per un comando specifico.
psVisualizza i processi in esecuzione.
kill PIDTermina un processo con un determinato PID.
chmod permissions fileModifica i permessi di accesso di un file.
chown user:group fileCambia il proprietario e il gruppo di un file.
dfMostra lo spazio libero su disco.
duMostra l’utilizzo dello spazio su disco per una directory.
topVisualizza le informazioni sulle risorse di sistema.
sudo commandEsegue un comando con privilegi di amministratore.
apt-get install pkgInstalla un pacchetto su sistemi basati su Debian.
yum install pkgInstalla un pacchetto su sistemi basati su Red Hat.

Questi sono solo alcuni dei comandi base di Linux e che ciascun comando ha molte opzioni e parametri che possono essere utilizzati per personalizzare ulteriormente il loro comportamento. Per ottenere informazioni dettagliate su ciascun comando, puoi consultare il manuale utilizzando man seguito dal nome del comando (ad esempio, man ls).

Vedi anche “Linguaggi di programmazione e lavori associati”

Avatar photo

Redazione

Lavorare da Casa è il vostro blog dedicato al lavoro autonomo, tanti consigli, strategie ed approfondimenti per tutti i lavoratori autonomi che desiderano intraprendere la strada del lavoro online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *