LearningWeb Design

2 consigli su come strutturare la home page di un sito

Strutturare la home page è una fase fondamentale nella creazione di un sito in quanto è la prima cosa che vedranno i tuoi clienti. Per questo deve possedere elementi e contenuti che li coinvolgano e in più deve rispondere a tutte quelle carattertiche che richiedono i motori di ricerca, per indicizzare il sito e posizionarlo al meglio nei risultati di google.

Una pagina web è fatta di tante cose: ci sono la sua forma, le sue funzioni e i suoi contenuti che la rendono facile da usare e da navigare. Per esempio, ci sono le sezioni, i menù e altre cose che aiutano l’utente a trovare quello che cerca.

Ma quando si dice “parti di una pagina web” si può intendere anche il suo contenuto, cioè le varie pagine che ci sono dentro un sito, come quella dove ci sono i contatti, quella dove ci sono i prodotti o quella principale. Ci sono molti tipi diversi di pagine web, che cambiano in base al tipo di sito. Per esempio, un sito che vende cose online avrà delle parti diverse da un sito di una azienda o da un blog di dolci. Ma anche se sono diversi, hanno tutti una forma base e delle cose in comune.

Architettura web, fondamenti e struttura, come strutturare la home page di un sito

L’architettura di un sito web rappresenta il fondamento su cui si basa la performance di un sito e l’esperienza dell’utente. Ecco perché è bene strutturare la home page in maniera che sia più chiara e scorrevole possibile. L’architettura di un sito web definisce come le pagine sono organizzate, collegate e presentate agli utenti e ai motori di ricerca. In modo simile a una tela di ragno, tutte le pagine di un sito web sono connesse tra loro. Sorprendentemente, quando le persone creano un nuovo sito web, spesso dimenticano questo aspetto cruciale.

Come strutturare la home page di un sito
Come strutturare la home page di un sito – lavoraredacasa.org

Un sito web ben strutturato favorisce la chiarezza del messaggio e dell’offerta per il pubblico target. E’ importante per questo motivo che i principi fondamentali di design e UX devono essere sempre considerati durante la progettazione dell’architettura del sito.

Impatto dell’Architettura sul SEO

Quando dobbiamo strutturare la home page è importarte ragionare sulla parola chiave. La parola chiave rappresenta un elemento cruciale per il posizionamento SEO di una pagina web, deve essere inserita nel titolo della pagina, conosciuto come “Meta Title”. Ad esempio: <title>Come diventare copywriter SEO</title>. La stessa parola chiave deve comparire anche nella “Meta Description” per una maggiore efficacia.

La parola chiave deve essere presente nel titolo principale (H1) e, idealmente, anche nei sottotitoli (H2, H3) per mantenere una struttura gerarchica. Ad esempio: <h1>Corsi per diventare copywriter SEO</h1>.

Deve essere distribuita in modo naturale all’interno del testo, mantenendo un buon equilibrio e garantendo che il contenuto risulti coerente e ben leggibile.

Per arricchire il contenuto e mantenere un senso semantico, è opportuno integrare altre parole chiave correlate al tema principale. Ad esempio, se la parola chiave principale è “dove inserire la parola chiave in un sito web”, si possono includere altre frasi come “inserire correttamente la parola chiave nella pagina”.

Evitate un uso eccessivo della parola chiave all’interno del contenuto, poiché può risultare artificiale e penalizzare l’esperienza dell’utente. È consigliabile posizionarla all’inizio, nel mezzo e alla fine del testo. Nel codice HTML delle immagini, è consigliato utilizzare l’attributo “alt” correttamente etichettato con la parola chiave. Ad esempio: <img src="nome-immagine.jpg" alt="descrizione con parola chiave" width="750" height="400">.

Assegnare un nome appropriato alle immagini, incorporando la parola chiave, per esempio: “copywriter-seo.jpg”. È fondamentale che la parola chiave sia inserita nella URL della pagina o del post. Ad esempio: https://www.esempio.it/come-diventare-copywriter-SEO-e-lavorare-da-casa/.

L’utilizzo del grassetto con il tag <strong> per evidenziare parole chiave correlate aumenta la loro rilevanza agli occhi di Google. Ad esempio: “In molti <strong>progetti web</strong> che realizziamo…”

Lee Odden un giorno ha detto “La SEO fondamentalmente è una serie di metodologie che rende più semplice per i motori di ricerca trovare, includere, categorizzare e dare un punteggio ai tuoi contenuti“.

Quando dobbiamo strutturare la home page di un sito, dobbiamo considerare anche la link juice. Una robusta struttura interna di collegamenti all’interno del sito trasmette il “link juice”, ovvero il valore SEO di ogni pagina. Una corretta struttura infatti, aiuta le pagine a classificarsi e migliora l’esperienza di navigazione degli utenti.

La definizione chiara degli obiettivi e delle aspettative degli utenti è il primo passo per progettare la struttura del sito. Identificare e organizzare il contenuto in modo logico, partendo dalle pagine più profonde del sito verso quelle più superficiali, è fondamentale per una corretta strutturazione.

Strutturare la home page di un sito
Strutturare la home page di un sito – lavoraredacasa.org

Iniziare la progettazione della struttura da livelli profondi del sito, per poi salire verso la homepage, è il modo più efficace. Questo approccio evita la necessità di riorganizzare la navigazione in fasi avanzate del progetto, risparmiando tempo e costi.

Identificare gli obiettivi e pianificare i contenuti

Strutturare la home page di un sito è essenziale per un’efficace presentazione dei contenuti. L’architettura di una pagina deve essere intuitiva per garantire una facile navigazione, definire l’audience, gli obiettivi e i requisiti funzionali del sito è fondamentale. Inoltre, pianificare il tipo e la quantità di contenuti necessari consente di organizzare la struttura in modo mirato.

Quindi l’architettura web rappresenta la base su cui si costruisce un sito SEO-oriented. Una corretta progettazione e organizzazione delle pagine influisce direttamente sulla UX e sull’efficacia delle strategie SEO, garantendo un sito ben strutturato e facilmente indicizzabile dai motori di ricerca.

Vedi anche “Creare un sito web, quale CMS conviene utilizzare, le differenze tra vari cms”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *