Learning

La Pixel Art dai videogiochi d’epoca all’utilizzo nel 2023

Nell’era digitale in cui la tecnologia incontra l’espressione artistica, la creazione di Pixel Art emerge come un’affascinante forma d’arte per chi vuole costruire un ponte tra passato e presente.

L’arte digitale ha fatto passi da gigante negli ultimi anni, sfruttando l’intelligenza artificiale e mescolando stili artistici diversi. Andiamo alla scoperta della pixel art, l’arte digitale che ricorda il gameplay video dei vecchi tempi, affascinando il pubblico contemporaneo.

Cosa significa il termine Pixel Art

La pixel art è una forma d’arte digitale che si manifesta attraverso l’utilizzo di un computer e programmi di editing grafico. La tecnica alla base della pixel art si basa sulla manipolazione delle immagini a livello di pixel, i piccoli elementi che compongono l’immagine digitale. È particolarmente associata ai videogiochi del passato, sia per PC che per console, nonché a numerosi giochi per dispositivi mobili. In questa pratica, si osservano delle similitudini con il puntinismo, ma la differenza principale risiede negli strumenti utilizzati: al posto di pennelli e tela, si fanno uso di computer e software specifici.

PLaystation
PLaystation – lavoraredacasa.org

Il termine “pixel art” fu coniato per la prima volta nel 1982 da Adele Goldberg e Robert Flegal presso lo Xerox Palo Alto Research Center. Questo stile artistico ha continuato a evolversi nel corso degli anni, mantenendo la sua rilevanza nella produzione digitale e nel mondo dei videogiochi. La pixel art non solo rappresenta un’estetica nostalgica legata alle origini dei videogiochi, ma continua a essere una forma creativa apprezzata per la sua capacità di trasmettere emozioni attraverso la minuziosa disposizione di singoli pixel.

Pixel Art e storia dei videogiochi

Negli anni ’80, la pixel art emerse come un’icona dei videogiochi, affascinando una generazione con i suoi sprite bidimensionali formati da piccoli quadratini colorati. Nonostante le limitazioni tecniche, riusciva a catturare l’attenzione dei giocatori grazie alla sua estetica retrò e semplicità. Tuttavia, l’avanzamento tecnologico portò a nuove tecniche di rendering nei ’90, introducendo modelli poligonali tridimensionali e migliorando la qualità grafica.

Le console di nuova generazione negli anni 2000, come la PlayStation 2, Xbox e GameCube, contribuirono ulteriormente all’evoluzione dei videogiochi. L’introduzione del ray tracing negli ultimi anni ha rivoluzionato la grafica, offrendo una resa visiva quasi fotorealistica. Nonostante ciò, la pixel art ha conosciuto una rinascita grazie al suo fascino nostalgico, adottata da sviluppatori indie. L’evoluzione della grafica nei videogiochi è stata notevole, promettendo esperienze sempre più coinvolgenti, con la pixel art che persiste grazie al suo richiamo nostalgico.

creare pixel art da casa – lavoraredacasa.org

Gli strumenti indispensabili per creare pixel art

Per fare pixel art ti basta un software gratuito e un mouse decente, ma un tablet di disegno e un software specifico per la pixel art possono rendere l’esperienza più piacevole.

  • Scegli il Software di Pixel Art: Prova con opzioni semplici da usare o inizia con Fogli Google per progetti semplici.
  • Definisci le dimensioni del progetto: Inizia con 16×16 o 32×32 pixel per capire come interagiscono i pixel.
  • Imposta la griglia dei pixel: Una griglia ti aiuta a posizionare i pixel con precisione e a riempire il colore di sfondo.
  • Crea un contorno: assicurati che lo strumento di disegno non superi la larghezza dei pixel, pensando alla disposizione di ogni elemento.
  • Aggiungi ombre e luci: sperimenta con ombre e luci per dare profondità al tuo pezzo.
  • Salva, esporta e condividi: Salva come PNG o GIF per preservare la precisione dei pixel. Condividi il tuo lavoro per feedback in comunità di pixel art.

Nonostante i limiti, la pixel art offre infinite possibilità di design unico. Usa tutorial online, software gratuiti e esempi vari per imparare e migliorare la tua tecnica. Con il tempo, potresti voler investire in un tablet o software avanzato, esplorando nuove dimensioni artistiche nella tua pixel art.

La pixel art e la progettazione grafica nel 2023

La pixel art postula notevoli sfide agli artisti, richiedendo disciplina e rigore maggiori rispetto ad altre forme d’arte. Questo approccio “meno è meglio” costringe l’artista a concentrarsi sull’essenziale, senza il lusso del controllo dettagliato offerto da altri stili di disegno. L’apprendimento della pixel art richiede tempo e pazienza, poiché ogni immagine è costruita pixel per pixel con attenta pianificazione e l’utilizzo di una tavolozza limitata.

Creare pixel art non solo affina le abilità artistiche ma offre anche una straordinaria opportunità di potenziare le competenze di programmazione. La creazione di sprite e sfondi animati per giochi 2D può essere un modo eccellente per gestire un intero progetto di gioco da soli. Con la rinascita dei giochi 2D, c’è un mercato crescente che offre possibilità per guadagnare attraverso le tue abilità di progettazione quando i progetti di gioco non sono in abbondanza.

Pixel – lavoraredacasa.org

La pixel art può anche essere creata con programmi di disegno di base, ma è consigliabile optare per strumenti più avanzati come Inkscape, che offre griglie isometriche integrate e funziona bene per la pixel art. Per quanto riguarda l’hardware, sebbene si possa utilizzare un mouse, una tavoletta grafica basilare rende il processo più agevole, consentendo un controllo più preciso nelle opere artistiche dettagliate.

La pixel art non è solo un disegno; è un’espressione di creatività che richiede capacità di progettazione, attenzione ai dettagli e strategie per superare le limitazioni tecnologiche. Imparare questa forma d’arte significa diventare non solo un grande artista dei pixel, ma anche un grande designer, in grado di innovare soluzioni creative per soddisfare esigenze specifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *